Crea sito

Auguri Cagliari, auguri tifosi RossoBlu!

conti-cossu-addio-due1Quando una grande delusione ci riempie il cuore ci sentiamo impotenti, avvolti da una nebbia surreale, increduli di fronte a ciò che si deve, purtroppo, accettare. Il fallimento che ha segnato la scorsa stagione, con conseguente e inevitabile discesa nella serie cadetta, ha ferito i tifosi, sia quelli che hanno sperato fino alla fine in un miracolo calcistico, sia quelli che si erano oramai rassegnati. Tutti noi abbiamo almeno una volta nella vita accusato un duro colpo, e la retrocessione è stata, per i veri tifosi, una cocente delusione. Come se non bastasse, abbiamo dovuto accettare anche l’addio al Cagliari di Daniele Conti, ineguagliabile Capitano, e del folletto RossoBlu Andrea Cossu, diventati ormai punti di riferimento per tutta la tifoseria cagliaritana.  Ma proprio come succede nella vita di tutti i giorni, ci si deve rialzare e ripartire dal punto in cui ci si era fermati, chiudere in una vecchia scatola ciò che ci ha ferito e sfoggiare il sorriso più bello per voltare pagina e ricominciare.

esultanza inizioChissà se anche voi, come me, vi siete stropicciati gli occhi sperando che fosse solamente un brutto sogno. Avreste dovuto vedere la mia espressione di fronte allo schermo durante le prime partite in Serie B: frastornata, come quando ti svegli da quello che credi essere un incubo, e invece è la triste realtà. Ci ho messo un po’, lo ammetto, ma poi mi sono rassegnata e dopo qualche gara il mio istinto di tifosa appassionata è risorto. I miei occhi cominciavano a sorridere di fronte al gruppo che man mano andava creandosi, consapevole che anche quella sarebbe stata una chiave fondamentale per intraprendere la giusta strada verso il più grande obiettivo. “Questa Serie B comincia a piacermi”, mi dissi, e sentii una fiamma bruciare dentro il cuore. Forse perché da quando seguo il Cagliari l’unico obiettivo da raggiungere e conquistare è sempre stata la salvezza, forse perché inseguire una promozione in Serie A ha un gusto davvero particolare, che non avevo mai provato, forse perché è una lotta a chi corre più veloce e il mio Cagliari non sta ingannando le attese. Tanti interrogativi, ma una grande certezza: non possono esserci nel mio cuore altri colori, il rosso e il blu erano nel mio destino, e non è di certo una retrocessione a farmi cambiare idea. Non c’è delusione o sconfitta che cambierà il mio modo di essere, nella vita di tutti i giorni, come non ci sarà una gara storta che cancellerà dal mio cuore questi due colori.

campioni d'invernoCampioni d’inverno, sì, ma prima di tutto campioni nel cuore di noi tifosi. Partita dopo partita andava definendosi l’identità della squadra, nonostante alcuni scivoloni e amnesie che sembrava non promettessero nulla di buono. Ma si andava avanti e anche il grave infortunio al Capitano Daniele Dessena e lo smarrimento momentaneo sono stati prontamente rimpiazzati dai risultati, da un’unione sempre più consolidata, fino alla chiusura del girone di andata primi in classifica e con 46 punti già al sicuro. Ci aspettano un lungo cammino verso la porta della Serie A, tanti avversari agguerriti, tanta salita, tanto da perfezionare: il segreto è continuare così, affrontare tutto con l’amore verso quella maglia. Tifosi e giocatori uniti per salire, gradino dopo gradino, la scala verso il tanto ambito traguardo, accomunati dalla determinazione e dall’energia che da sempre ci contraddistinguono.

Che sia un anno ricco di soddisfazioni per il nostro Cagliari e anche per noi tifosi. Un augurio per un anno calcistico colmo di esultanze e gol, ma anche per un anno ricco di amore e serenità, di lavoro, per chi non ne ha ancora uno e lo desidera con tutto il cuore, ma anche per chi ce l’ha e ha il timore di perderlo.

Auguri per un bellissimo 2016 a te, e grazie per avermi dedicato parte del tuo tempo leggendo i miei pensieri!

 

 

Tags:, , , , ,

I commenti sono chiusi.